Trova sempre del tempo per te stessa/o

Trovare del tempo da dedicare esclusivamente a noi stessi è fondamentale. Parlo da donna e mamma, quando mi prendo cura di me sto meglio e le cose attorno a me vanno meglio. Ho un umore migliore e di conseguenza emano una buona energia che, naturalmente, torna indietro così da creare uno scambio di positività continuo.

Io lavoro a tempo pieno facendo un orario spezzato, sono libera due giorni a settimana e vivo sola con mia figlia di tre anni e i nostri cani (e il gatto). Sembra che io faccia una vita super frenetica, ma il tempo per me lo dedico ogni giorno. Come? Mi sveglio un po’ prima la mattina così mentre la piccola dorme riesco a dedicare circa 20 minuti a me. Nel pomeriggio quando lei dorme faccio prima le faccende domestiche e poi dedico un’ora a me. La sera dopo lavoro non riesco mai ad addormentarmi subito e così dedico ancora un po’ di tempo a me stessa.

Come trovare del tempo per se stessi?

Il mattino ha l’oro in bocca.

Svegliarsi una o due ore prima del solito ti da la possibilità di dedicarti alle attività per le quali non hai tempo durante la giornata. Nelle prime ore della giornata siamo più produttivi e fissarci degli obiettivi ci farà essere molto più reattivi e creativi durante tutta la giornata. Io ad esempio mi sveglio alle 6:00, bevo un bicchiere d’acqua, mi lavo e mi vesto e poi dedico un po’ di tempo ai miei pensieri. Scrivo frasi di gratitudine, affermazioni positive e riflessioni. Nei miei giorni liberi faccio anche yoga. Ho visto che iniziare la giornata con gratitudine, scrivere nero su bianco ciò che penso e trovare delle affermazioni positive, mi fa stare meglio e inizio la giornata con positività. Lo yoga mi aiuta invece a sentirmi più energica, ma purtroppo nei giorni lavorativi non riesco a dedicargli del tempo al mattino.

Sperimenta varie routine mattutine e vedrai che troverai la tua routine ideale che ti farà iniziare la giornata in modo produttivo.

Il pomeriggio, mentre mia figlia dorme, solitamente dedico un po’ di tempo alla cura del corpo facendo scrub, maschere al viso o ai capelli. Se non sento la necessità di fare queste cose mi dedico alla lettura o al blog. Quindi anche se non dedico tempo al mio corpo lo dedico alla mia mente e alla mia crescita personale.

La sera solitamente faccio attività che mi rilassano. Non seguo una routine, sono molto flessibile e faccio ciò che mi sento. Ho potuto constatare che fare yoga prima di andare a dormire mi rilassa tantissimo sia fisicamente sia mentalmente. Quando sono fisicamente stanca allora preferisco dedicarmi alla lettura o a guardare film/documentari/serie. Se sono ispirata scrivo, come questo articolo che sto scrivendo alle 23:00 passate.

Nonostante la mia giornata vola in un attimo, riesco sempre a trovare del tempo per me stessa. Se ti sembra di non aver tempo trova una routine mattutina, secondo me è l’ideale per iniziare ad imparare a dedicare del tempo per sé.

Amati, sei l’unica persona con cui passerai tutta la vita.

Hai veramente bisogno di tutto ciò che hai?

Apri il tuo armadio e butta via i vestiti che non metti da almeno un anno. Apri il tuo beauty e chiediti se la tua pelle ha davvero bisogno di tutte quelle creme e quei make up. Apri le ante della cucina ed elimina gli utensili che non hai mai usato. Abbiamo un sacco di cose che non ci servono, che non utilizziamo mai, che abbiamo comprato senza pensarci o perché “non si sa mai”.

Io non sono mai stata una fanatica dello shopping, non ho mai avuto piacere nello spendere i miei soldi in cose inutili perché ho sempre ragionato che per guadagnare quei soldi avevo speso il mio tempo. Il tempo è la cosa più preziosa che abbiamo e l’idea di buttarlo in qualcosa di inutile mi infastidisce parecchio.

Dopo pochi giorni in campeggio, in un piccolo caravan, mi sono resa conto ancora di più di quanto poco abbia bisogno per stare bene. E di quante cose invece ho in abbondanza. Ho letto qualche mese fa il libro di Marie Kondo, Il magico potere del riordino che consiglio a chiunque abbia voglia di fare un cambiamento nella propria vita. Ti spiega come eliminare tutto ciò che non ti serve dalla tua vita e dopo che ho letto questo libro ho capito davvero come “fare ordine”. Ogni volta che guardo un oggetto mi chiedo “Ne ho bisogno? Ha un valore per me?” se la risposta è no ad entrambe le domande, l’oggetto finisce nel cestino.

Come fare a non comprare?

Evitare di andare per negozi. E’ una cosa banale, ma importante per iniziare questo percorso di ricerca dell’essenziale. Sarà facile farsi tentare facendo anche una banale passeggiata o accettando una richiesta di un’amica a fare shopping. Rifiuta. Ti renderai conto che alla fine della giornata, l’idea di non aver speso soldi in cose inutili ti farà stare bene.

Prima di acquistare una cosa pensaci qualche giorno. Un po’ come quando devi prendere una decisione importante. Anche scegliere dove spendere i tuoi soldi è importante. Si sta parlando di scambiare il tuo tempo. Chiediti sempre “Ne ho davvero bisogno?” la maggior parte delle volte la risposta è ‘no’.

Non acquistare in saldo. La maggior parte delle volte, se un capo fosse a prezzo pieno non lo acquisteremmo. Perché allora acquistarlo in saldo? Non avete risparmiato se tra sei mesi o un anno non indosserete più quel capo.

Trova in obiettivo. In questo periodo io sto risparmiando perché cambierò casa. Anche se non ho una data precisa intanto sto risparmiando e questo mi stimola ancora di più a non acquistare cose superflue. Avere un obiettivo ti aiuta tantissimo a capire cosa ti serve davvero.

La società odierna ci rende schiavi del consumismo, convincendoci di aver veramente bisogno di un sacco di cose per essere felici. Ma avere l’ultimo modello di telefono non definirà né il tuo stato sociale né la persona che sei. Le parole, i gesti, i tuoi sogni ti rendono davvero ricco.

Cinque modi per vivere la vita sorridendo

La vita è come uno specchio: ti sorride se la guardi sorridendo.

Jim Morrison

Il sorriso ha un potere enorme, su noi stessi e sugli altri. Alcuni studi hanno dimostrato che sorridere fa bene alla salute: abbassa la pressione, riduce lo stress, ha proprietà antidepressive perché contribuisce a donare gioia di vivere ed è il primo passo verso l’ottimismo.

Io ho passato un periodo della mia vita in cui ogni mattina vedevo il mondo grigio e apatico. Mi sentivo addosso un peso enorme che non riuscivo a togliermi, dormivo durante la giornata per sfuggire dai pensieri negativi che avevo, mi sono isolata dalle persone che avevo vicino e non riuscivo a vedere nemmeno una cosa positiva nella mia vita. Io stessa ero diventato un peso per me. Soffrivo di attacchi di panico, pensavo che tutto ciò che avevo fosse sbagliato: avevo smesso di sorridere. Dopo questo lungo e brutto periodo riuscii a rialzarmi e piano piano a togliere un po’ alla volta i pesi che mi opprimevano, cambiando modo di pensare e di vedere le cose, vivendo con più leggerezza, ma più consapevolezza.

Cosa ho cambiato nella mia vita?

Ho smesso di colpevolizzarmi. Accettare ciò che accade nella vita è stata la prima cosa che mi aiutata a vivere più serenamente. Non posso decidere tutto ciò mi succede perché ci sono una marea di fattori esterni che possono cambiare le cose, gli imprevisti esistono e accadono, l’importante è affrontarli nel modo giusto e l’accettazione è il modo migliore. Questo non significa restare passivi di fronte alla propria vita, anzi, significa scegliere con più consapevolezza come agire. Uno stato d’animo tranquillo e sereno ci fa ragionare in modo lucido rispetto ad avere uno stato d’animo triste e turbato che potrebbe farci agire in modo incosciente. 

Ho iniziato ad apprezzare le piccole cose. Purtroppo viviamo in una società che ci fa credere che se abbiamo di più saremo più felici. Le cose materiali ci danno una felicità momentanea e molto breve, invece se tra un anno penso ad una cosa successa che mi ha fatto divertire, è molto probabile che riderò di nuovo, magari con le lacrime agli occhi dalle risate. Pensare all’acquisto dell’ultimo modello di telefono quanta gioia ci potrà portare in un lungo periodo? Nessuna, anzi probabilmente dopo poco tempo saremo già stufi. Apprezzare la qualità del tempo passata con una persona, le parole e i gesti degli altri, lo spettacolo della natura, i sapori del cibo.. queste piccole cose che apprezzo ogni giorno mi fanno capire quanto io sia fortunata e quanto bella sia la vita.

Ho imparato a dire “no”. Spesso facciamo delle cose per fare un piacere ad un’altra persona o perché ci sentiamo in dovere di farlo senza pensare che questa cosa però a noi porta più cose negative che positive. Io dicevo si a tutto, anche se non mi andava o mi complicava la giornata. Poi ho iniziato a pensare di più a me stessa e fare le cose che mi fa piacere fare, che non mi fanno sentire un peso addosso, che non mi fanno sentire “in dovere di/con..”.

Ho iniziato a sorridere. Camminare con il sorriso addosso, guardare le altre persone e sorridere, entrare in un locale e sorridere. Si sa che sorridere fa bene al cuore e alla mente, perché non farlo? E’ una “medicina” gratuita, sfruttiamola!

Ho iniziato a circondarmi solo di persone positive. Tutti emaniamo un’energia e le persone attorno a noi, inconsapevolmente, l’assorbono quando comunicano con noi. Evitiamo quelle persone che si lamentano sempre, che vedono del marcio in chiunque, che si arrabbiano per cose inutili, accogliamo chi ci sorride, chi riesce a vedere del bello nelle piccole cose, chi è gentile nei confronti del prossimo. Iniziamo noi in primis ad essere positivi, vedrete che con il tempo vi verrà naturale e riuscirete non solo ad emanare energia positiva, ma anche ad attrarla.

Ci sono tante cose che ho cambiato rispetto anni fa perché ho deciso di essere felice, di vedere il bicchiere sempre mezzo pieno e non mezzo vuoto, perché il cambiamento deve partire da me altrimenti continuerò a lamentarmi. Se anche tu stai passando un periodo no, va bene così, ma ricordati che devi prima cambiare te stesso, poi cambierà il mondo attorno a te. E’ questione di punti di vista.